Gault & Millau

I cappelli della gastronomia istriana

La prestigiosa guida gastronomica Gault Millau fu lanciata nel 1965 dai critici gastronomici Henri Gault e Christian Millau. Ogni anno i proprietari dei ristoranti e gli amanti della buona forchetta aspettano con impazienza il giorno in cui questa esce dalla stampa, per vedere quale ristorante è entrato nella nuova edizione, qual è il meglio valutato e se qualche locale ha ottenuto un cappello in più rispetto all'anno scorso. Fra questi, in cima alla graduatoria, ci sono numerosi ristoranti istriani inseriti nell'edizione austriaca della guida: una raccomandazione di questo genere è molto ambita perché proprio per questi preziosi cappelli che esprimono un giudizio per ogni locale, spesso i clienti cercano un posto in più.

Il tipo di cucina non è rilevante: questa può essere tradizionale, ma anche moderna, vegetariana, cinese, giapponese, messicana oppure italiana. Per ottenere un punteggio alto ciò che conta è una buona cucina, pronta ogni anno a rimettersi in gioco. Gli ispettori gastronomici valutano in quale misura e in che modo un ristorante usi ingredienti freschi, locali e di stagione. Nel verificare la freschezza del piatto si va anche nel dettaglio, come nel valutare in quale misura dopo la preparazione, l’alimento abbia mantenuto i gusti e gli aromi originali. Anche la presentazione dei cibi è importante e l'esperienza del gusto che offre l'intero menù come anche il fatto se questo sia abbastanza creativo, informativo e comprensibile, ma soprattutto ciò che più conta è il rapporto fra prezzo e servizio.

La guida Gault Millau porta ai suoi lettori la descrizione del ristorante, la sua ubicazione, la storia e descrive il servizio, dall'entrata al ristorante, al modo di atteggiarsi nei confronti dei clienti. Particolare attenzione va dedicata alle cantine vinicole e alla carta dei vini, ma anche alla temperatura del vino al momento in cui viene servito.

» Istria nelle guide gastronomiche
» Strade del vino dell'Istria

 

Email

Riconoscimenti internazionali alla regione dell'Istria

  • Best Olive Oil Region in the world 2016, 2017 and 2018


  • Istria 52 Places To Go In 2017

  • 10 Best European
    Wine Destinations 2016

  • 10 Best Wine Travel Destinations 2015

  • World's 2nd Best Olive Oil Region 2010 - 2015

  • Top 10 Valentine's Day Retreats 2014

Oltre alla vasta copertura mediatica in riviste come National Geographic e Huffington Post, e nelle guide turistiche di fama mondiale come Lonely Planet, i giornalisti internazionali e i tour operator continuano a lodare l’Istria e la sua offerta, classificandola tra le migliori destinazioni turistiche del mondo.

Prenotazioni