L’epoca bizantina

Bisanzio portò a Pola e dintorni una vivace vita culturale e artistica. Il vescovo ravennate Massimiano (nativo di Vestro, a sud di Rovigno) vi fece costruire una maestosa basilica trinavata, di cui resta solamente una delle due cappelle commemorative con pianta a croce. Per la bellezza delle decorazioni in marmo e mosaico e degli stucchi la basilica venne detta Santa Maria Formosa ( cioè Santa Maria la Splendida). Come la basilica, anche le due cappelle erano ornate di mosaici pavimentali e parietali. La leggenda racconta che, mentre arava un campo, Massimiano trovò un tesoro sepolto di cui fece dono all’imperatore Giustiniano, il quale perciò lo ricompensò con una diocesi.

Parenzo possiede una delle più belle chiese paleobizantine d’Europa, nota come Basilica Eufrasiana, da Eufrasio, vescovo parentino che nel VI sec. fece innalzare sulle fondamenta di una chiesa più antica una sontuosa basilica trinavata.

Email

Riconoscimenti internazionali alla regione dell'Istria

  • Best Olive Oil Region in the world 2016, 2017 and 2018


  • Istria 52 Places To Go In 2017

  • 10 Best European
    Wine Destinations 2016

  • 10 Best Wine Travel Destinations 2015

  • World's 2nd Best Olive Oil Region 2010 - 2015

  • Top 10 Valentine's Day Retreats 2014

Oltre alla vasta copertura mediatica in riviste come National Geographic e Huffington Post, e nelle guide turistiche di fama mondiale come Lonely Planet, i giornalisti internazionali e i tour operator continuano a lodare l’Istria e la sua offerta, classificandola tra le migliori destinazioni turistiche del mondo.

Prenotazioni